follow social:

Eventi e News

CAPITAN CARDILLO: "ORA VEDO UNA SQUADRA PIU' MATURA E CONSAPEVOLE"

Luca Cardillo, a Savigliano da ormai quattro anni, da questa stagione è il capitano della nuova Futsal, ripartita dal massimo campionato regionale con un progetto basato su giocatori giovani e del territorio.

Per lui, così come per tutti i suoi compagni, questa non si sta rivelando una stagione facile ma il gruppo è compatto e pronto ad affrontare questo finale di stagione per provare ad ottenere la salvezza: "Da quando sono arrivato ci troviamo forse nell’annata più difficile da affrontare, considerati i cambiamenti che sono avvenuti a livello di staff tecnico, giocatori e ambizioni. Ereditare la fascia di Simone Gerbaudo non è stato semplice, il gruppo è nuovo, molto numeroso e soprattutto con grandi differenze di età tra i più giovani ed i più vecchi" ci ha spiegato Luca.

"Rispetto agli altri anni per me non è cambiato molto, quello che ho sempre cercato di fare è semplicemente di mettermi a disposizione ed essere d’esempio per tutti: adesso che siamo in tanti è difficile andare tutti d’amore e d’accordo ma l’importante è remare nella direzione giusta, verso la salvezza e sento che la strada è quella giusta. Forse nelle prime partite ho sentito il peso di questa responsabilità ma devo ammettere che questo spogliatoio mi ha aiutato molto: posso contare su diverse figure che per esperienza e carisma possono essere di riferimento per tutti come Conti, Enrico e Gianluca Ternavasio, Cossotti e l’ultimo arrivato Seminara, che si è integrato alla grande. Per questo gruppo inoltre è fondamentale Pagliero, che oltre a essere l’anima dello spogliatoio sa sempre trasmettere la grinta giusta, sia in allenamento che quando viene chiamato in causa".

La direzione intrapresa sembra essere quella giusta, con due vittorie nelle ultime tre giornate, ma la Futsal resta una delle squadre che ha subito più gol: cosa serve per centrare la salvezza?

"Nel girone di andata ci siamo spesso sgretolati alla prima difficoltà, non avevamo la forza mentale di reagire, soprattutto quando non riuscivamo a concretizzare le tante occasioni da gol che abbiamo sempre creato. L’idea che il mister ci vuole trasmettere, è quella di un futsal propositivo fatto di possesso palla e controllo del gioco e pressione alta: questo ci ha penalizzato nelle prime gare quando i meccanismi ed i movimenti erano da affinare, ma il trend delle ultime gare dice invece che questa strategia sta iniziando a dare i suoi frutti, sia in termine di punti che di gol subiti. Sono serviti pazienza, dedizione e tanto lavoro ma adesso siamo una squadra più matura e consapevole. È chiaro che oltre alla salvezza l’obiettivo deve essere anche quello di toglierci la “maglia nera” della peggior difesa, che per un portiere non è mai piacevole indossare".

Il trend positivo è stato interrotto dalla sconfitta contro il Cus, con la sensazione di aver buttato un po' via la partita: questa pausa forzata può aiutare a superare la sconfitta?

"Abbiamo senz’altro sprecato una buona occasione per toglierci momentaneamente dalla zona play-out, soprattutto perché avremmo potuto e dovuto mettere il risultato al sicuro nel primo tempo. Subito dopo il fischio finale il morale era a terra, per cui la pausa sarà di grande aiuto per ritrovare le giuste energie mentali allontanando la delusione per aver perso lo scontro diretto. Inoltre a causa della chiusura degli impianti di allenamento Marco Leo ha preparato per tutti una scheda per fare esercizi autonomamente: il riscontro è stato positivo, abbiamo dimostrato di avere una gran voglia di rimetterci al lavoro".

Come valuti la tua stagione sul campo?

"Sono molto critico con me stesso e non sono soddisfatto del mio rendimento di inizio di stagione ma ci siamo rimboccati le maniche e tutto il gruppo portieri ha lavorato duramente nonostante le difficoltà in termini di numero, spazio e tempo a disposizione. Grazie soprattutto a noi portieri (5), al momento credo di stare attraversando un buon momento di forma e spero che duri almeno fino a fine stagione. Quello che mi fa piacere è vedere i continui progressi dei miei compagni di reparto: tralasciando Montecchiani che ha già dimostrato di valere la categoria sono felice e orgoglioso dei progressi di Ballario, ha iniziato solo quest’anno ma si è rivelato subito decisivo per l’under 21 e ha fatto bella figura anche all’esordio con la prima squadra".

 

Rivisto

Condividi

Classifica Marcatori
Giocatore Gol segnati
Ternavasio G.

3

Conti 3
Ternavasio E. 3
Singh 2
Silvestri 2
Servetti 2
Pagliero 1
Seminara 1
Cossotti 1
I più popolari
  • Recenti
  • I più visti
  • Tags
Archivio News