follow social:

Eventi e News

«AMBIENTARSI A SAVIGLIANO? FACILE E DIFFICILE ALLO STESSO TEMPO»

«AMBIENTARSI A SAVIGLIANO? FACILE E DIFFICILE ALLO STESSO TEMPO»

Succede spesso, quando si comincia un'avventura tutta nuova, di non sentirsi all'altezza. Succede, ancora
di più, quando l'esperienza precedente è stata completamente diversa, vissuta con uno spirito un po' più
“leggero”, in un ambiente amichevole, in cui c'era poco da imparare e tanto da divertirsi.
«Anche a Savigliano c'è tanto da divertirsi, ma soprattutto c'è tanto, tantissimo per me da imparare».
É innanzitutto onesto Paolo Servetti, uno dei nuovi volti di questa Futsal Savigliano: ex squadra il
Villafalletto, con cui ha vinto un campionato di serie D e vissuto due campionati di C2, l'ultimo dei quali
valso la promozione.
«In estate è saltato tutto, abbiamo deciso insieme, squadra e società, di non continuare». E poi è arrivata la
chiamata di Alberto Pettavino: «Inaspettata, non credevo di poter ricevere richieste. Con il presidente
trovare l'accordo è stato un attimo. Un'occasione preziosa per me, anche se, per carattere, fatico spesso ad
ambientarmi: nella mia carriera, calcio a 11 o a 5 che sia, ho cambiato davvero pochissime squadre»
.
E l'ambientamento a Savigliano come è stato?
«Difficile e facile allo stesso tempo facile. Difficile, perchè per il mio livello e il mio modo di giocare a calcio a
5 è stato (e a volte è ancora) molto complicato l'approccio a questo nuovo metodo di lavoro: qui c'è
un'altra mentalità, ci si allena in un determinato modo e sto imparando schemi e modalità di gioco per me
del tutto nuovi. Sembra quasi un altro sport...»
, sorride.
Però anche facile?
«Facile ambientarsi in un gruppo come questo: conoscendomi, non pensavo sarebbe stato possibile in così
poco tempo, all'inizio ho avuto grossi dubbi, invece ho scoperto che la forza, qui, sta proprio nell'unione
che siamo riusciti a creare»
.
E l'approccio con un tecnico preparato e allo stesso tempo molto esigente come Gotta?
«Un vero professionista, quello che mi ha insegnato lui in questi due mesi non l'ho imparato in anni, ma
nemmeno in minima percentuale. Ha grande pazienza, così come tutti i compagni, con noi che siamo
nuovi a questi schemi e ci fa lavorare a grande ritmo: anche il modo di affrontare gli allenamenti è del
tutto diverso, qui siamo sempre al completo e tutti disposti a dare il massimo»
.
Ma con Gotta non potrebbe essere altrimenti. E il tecnico ha visto il lavoro di Servetti, al quale ha
concesso sempre più minuti nelle ultime gare: «Un bellissimo riconoscimento dopo così poco tempo,
quattro partite in cui sono riuscito anche a segnare quattro gol»
.
Una buona media. Ma dove può arrivare questa Futsal?
«Inizialmente non pensavo che questa squadra fosse così forte, poi ho visto e imparato che lavorando in
un certo modo si possono ottenere grandi risultati. E noi stiamo davvero lavorando tantissimo e, credo,
nel modo giusto: per questo sono abbastanza certo che, continuando così, potremo toglierci grandi
soddisfazioni»
.
Quale caratteristica dei tuoi nuovi compagni ti ha maggiormente colpito?
«Credo che tatticamente Canavese sia uno dei giocatori migliori. Ma mi ha colpito molto anche lo spirito
del capitano. E poi Edoardo Piazza, giù il cappello, ma lui è giocatore di categoria»
.
Sabato alle 15 tocca al Borgonuovo, la classifica non si guarda, «prepariamo ogni partita allo stesso modo, questo
è determinante per non sottovalutare nessun avversario e rimanere sempre concentrati»
. Parla già come il
suo nuovo tecnico. Servetti è perfettamente calato nello spirito Futsal.

Rivisto

Condividi

Classifica Marcatori
Giocatore Gol segnati
Conti  12
Ternavasio E.  11
Greco  6
Ternavasio G.  6
Cossotti  6
Silvestri  3
Singh  2
Faule  2
Portera  2
Trupja  1
Seminara  1
Michelazzo  1
Cardillo  1
Pagliero

 1

Servetti  1
I più popolari
  • Recenti
  • I più visti
  • Tags
Archivio News