follow social:

Eventi e News

FORZA E RESPONSABILITÁ VALGONO LA DECIMA VITTORIA

FUTSAL SAVIGLIANO   12
OLYMPIC C5                  1
MARCATORI: pt 2’19’’ Piazza, 5’23’’ Conti, 6’05’’ Stievano, 8’16’’ Ternavasio, 8’44’ Gerbaudo,
13’56’’ 17’04’’ Conti, 19’58’’ Perano; st 1’16’’ Zeppola, 2’30’’ Conti, 5’01’’Lepuri, 12’12’’ Perano,
15’53’’ Piazza rig..
FUTSAL SAVIGLIANO: Cardillo, Servetti, Lepuri, Gerbaudo, Zeppola, Ternavasio, Canavese, Piazza
Delija, Conti, Ferreri, Perano. All. Gotta.
OLYMPIC C5: Sirbu, Volpatto, Arcella, Stievano, Seminara, Del Ponte, Bagnasco. All. Larinese.
NOTE: ammoniti Sirbu e Stievano.
ARBITRI: 1 Lomazzo di Nichelino, 2 Zanfino di Nichelino, Crono Franco di Cuneo


Essere a punteggio pieno dopo nove giornate è sinonimo di grande forza, ma richiede anche tanta
responsabilità. Che significa non sottovalutare mai l’avversario, anche se ultimo in classifica con
appena un punto, e allo stesso tempo dare una decisa prova di forza, perché “la carta” lo
permette.
La Futsal Savigliano ha compiuto alla perfezione (anche) questo compito: contro la Cenerentola del
campionato Olympic C5 non c’è mai stata partita, 12 reti che valgono la decima vittoria
consecutiva e un primato ancora più solido.
Solo segnali positivi per il tecnico Pierluigi Gotta che ha dato una maglia da titolare al secondo
portiere Ferreri e lui l’ha ripagato con due interventi importanti sul risultato di 1-0 e con una gara
di grande controllo. 40 minuti per lui, tanti minuti anche per chi fino a ora ha trovato meno spazio,
come Perano, autore di due reti, Lepuri, bravo anche lui a mettere il suo timbro nel lungo elenco
dei marcatori, e Chicco Ternavasio, sempre alle prese con qualche acciacco fisico, ma pronto e
reattivo anche sotto porta.
E poi tutti gli altri, capitan Gerbaudo che continua a segnare, Zeppola che regala una magia al volo,
Conti che, al contrario di quanto dichiarato alla vigilia, ha realizzato quattro gol e zero assist per
Piazza. Ma nessun problema per il bomber, che ha aperto e chiuso il tabellino. Perché la classifica
marcatori non gli interessa, ma forse un po’ sì.
«Ho chiesto ai ragazzi di rispettare l’avversario, di non prenderlo in giro, insomma di continuare a
giocare fino alla fine e la risposta è stata fantastica: non era semplice, perché in partite come
queste non è semplice tenere alta la tensione. Per questo dopo pochi minuti ho chiamato il time
out e ho detto una cosa sola: facciamo girare palla più velocemente e giochiamo»
, spiega Gotta.
Poche parole e molto chiare, perfettamente nel suo stile: «È evidente che i valori in campo fossero
molto diversi, 30 punti da una parte, uno dall’altra. Ma l’Olympic ha mostrato grande dignità, non
ha fatto barricate, non si è chiuso dietro, ha sempre giocato senza isterismi. Ho apprezzato molto
questo atteggiamento»
.
Il momento continua a essere magico, questa gara è stata un ulteriore passo avanti più per la
classifica che per altro: adesso manca solo il Castellamonte, poi sarà il momento dell’atteso giro di
boa. In attesa del girone di ritorno in cui, nelle prime quattro gare, si capirà tutto (o quasi)
dell’esito di questo campionato. In cui la Futsal continua a vincere, dominare, sognare. Con tanta
forza, ma anche con grande senso di responsabilità.

Rivisto

Condividi

Classifica Marcatori
Giocatore Gol segnati
   
   
I più popolari
  • Recenti
  • I più visti
  • Tags
Archivio News